Perchè Mediatori Linguistici

Postato da : redazionessml

Mediazione linguistica, Interpreti Traduttori, Mediatori Linguistici per i servizi sociali, nuove opportunità per il lavoro !

Chi desidera diventare interprete e traduttore, mediatore linguistico , culturale e interculturale non deve limitarsi a studiare le lingue. Occorrono ottima cultura di base e perfetta padronanza delle tecniche di traduzione o di interpretariato nonché conoscenza dei linguaggi settoriali e specialistici.
Un buon professionista ha con noi molte opportunità di andare all’estero per perfezionare le lingue e conoscere usi, costumi e mentalità e può specializzarsi in diversi settori e nei linguaggi tecnico/ settoriali.
Sarà aggiornato su tecniche e terminologie, capace di utilizzare il computer ed i social media e saprà comunicare in maniera adeguata.

CLIU SD

Per chi desidera diventare Interpreti e Traduttori, mediatori linguistici, culturali e interculturali è difficile stabilire quale sia la «combinazione linguistica» che garantisca maggiori opportunità di lavoro. In generale l’inglese ,specie in ambito scientifico, è la lingua più utilizzata anche a causa della crisi economica, che ha diradato i grandi e costosi congressi internazionali.

L’inglese resta la lingua più richiesta sia per l’interpretazione, sia per la traduzione .Il tedesco, seguito da francese e spagnolo sono le combinazioni linguistiche più richieste. Ottime opportunità in campo economico per chi conosce il russo e cinese .
Chi aspira a lavorare, da free-lance o da dipendente, nelle istituzioni europee dovrebbe invece puntare su greco, danese, finlandese e svedese e rumeno. Oppure scommettere sul futuro, studiando le lingue dei Paesi dell’Europa Centro-orientale .

I profili e gli sbocchi occupazionali più richiesti sono:

· interprete di conferenza, interprete free lance; traduttore free-lance, traduttore editoriale, localizzatore, traduttore di audiovisivi, consulente linguistico per le Camere di Commercio, consulente linguistico per le forze dell’ordine.

· Responsabile relazioni esterne di aziende o uffici pubblici, responsabile della comunicazione aziendale per multinazionali o aziende import-export, portavoce addetto stampa, traduttore o interprete in agenzie giornalistiche

· Operatore di pace, cooperante nelle organizzazioni umanitarie, impiegato in ambasciate o uffici consolari

· Tour assistent per compagnie di crociera, impiegato per compagnie aeree e tour operator, per agenzie di spedizioni e di trasporti internazionali, per la marina mercantile, armatori e compagnie navali

· Operatore all’interno di PCO (Professional Congress Organizer), nella ricezione alberghiera, come responsabile relazioni esterne musei e imprese private turistiche.

· Nell’ambito della area commerciale di aziende internazionali come Key Account Manager, Export sales Manager, Product Manager

· Nell’ambito dell’area Marketing di aziende internazionali come Responsabile Marketing, Marketing Specialist, Retail Marketing Manager, Trade Marketing Manager

Gli interpreti e traduttori mediatori linguistici, culturali e interculturali più ricercati sono i «madrelingua» straniera e gli italiani che conoscono bene il tedesco, le lingue scandinave oppure le lingue dell’Est europeo. Molto richieste sono le specializzazioni in informatica, finanza, legge e medicina.

Offerte di lavoro e indirizzi di agenzie italiane e straniere si trovano soprattutto navigando in Internet. Buone opportunità possono essere trovate in siti come quello dell’Unitalia l’Associazione dei traduttori e interpreti , mediatori linguistici , culturali e interculturali delle SSML

e

Lascia un commento