Laurea Triennale

Guida dello studente

Guida dello studente

Indirizzi e professioni

DIPLOMA DI MEDIATORE LINGUISTICO MANAGEMENT E SVILUPPO DEL TERRITORIO equipollente al
DIPLOMA DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA classe L-12

Sport e studio accademico

“Mens Sana in Corpore Sano “

Requisiti per l’ammissione

1° anno

 

Possono essere ammessi a frequentare il primo anno della Scuola quanti:

  • siano in possesso di diploma di scuola secondaria superiore quinquennale,valido per l’iscrizione all’Università o di diploma equipollente conseguito all’estero (l’equipollenza dei titoli stranieri è valutata dagli organi direttivi della Scuola sulla base delle leggi in vigore in Italia);e superino l’esame di ammissione previsto a norma di legge.
  • siano in possesso di laurea in lingue o di titolo universitario equipollente conseguito all’estero (l’equipollenza dei titoli stranieri è valutata dagli organi direttivi della Scuola sulla base delle leggi in vigore in Italia);e superino l’esame di ammissione previsto a norma di legge.

 

2° anno

 

Possono essere ammessi a frequentare il secondo anno dell’Istituto coloro

  • che siano in possesso di un qualsiasi diploma di laurea ad indirizzo diverso da quello letterario – linguistico, alle condizioni di cui al punto precedente, purché abbiano superato esami del primo anno delle lingue straniere richieste.

 

3° anno

 

Possono essere ammessi a frequentare il secondo o terzo anno della scuola, quanti:

  • siano in possesso di diploma di laurea nelle lingue che chiedono di frequentare o, alle stesse condizioni, dispongano di titolo universitario equipollente conseguito all’estero (l’equipollenza dei titoli stranieri è valutata dagli organi direttivi della Scuola in base alla normativa vigente).

 

ISCRIZIONE

Lo studente che abbia superato le prove di ammissione può presentare la domanda di iscrizione, come indicato nei “Requisiti per l’ ammissione”. Nella stessa domanda dovrà indicare le lingue straniere che intende frequentare. Qualora intenda seguire più di tre lingue può farlo, compatibilmente alle disponibilità di orario, senza alcun aggravio economico; deve però indicarlo nella domanda di iscrizione. La lingua inglese è d’obbligo per tutti gli studenti.

Documenti richiesti per l’iscrizione al primo anno:

  1. domanda iscrizione / immatricolazione (su modulo distribuito dalla segreteria della Scuola);
  2. originale del diploma di scuola superiore o titolo equipollente;
  3. autocertificazione di nascita, di residenza e stato di famiglia (su modulo distribuito dalla segreteria della Scuola);
  4. due fotografie formato tessera;
  5.  fotocopia carta d’identità;
  6. fotocopia del passaporto e del permesso di soggiorno per gli studenti stranieri;
  7. certificato di laurea con esami per gli studenti laureati;
  8. ricevuta del bonifico effettuato per la tassa iscrizione e la tassa regionale Di.S.U.

 

TEST &  ESAMI  D’INGRESSO

Il test  per gli esami di ammissione è previsto  a partire dal mese di Gennaio . I canditati sono accettati fino ad esaurimento dei posti per anno. La domanda,  dovrà essere inoltrata presso la segreteria  telefonando o via mail specificando nome e cognome,  dati anagrafici , recapito telefonico e le lingue in cui si vuole sostenere la prova di ammissione. Coloro che sono in possesso del diploma di laurea, o che, pur non essendo laureati, si trasferiscano da altra facoltà o scuola di mediazione linguistica, sono esonerati dall’esame di ammissione.

 

Caratteri delle prove

Prova scritta

Prova di competenza linguistica, traduzione da e  verso la lingua straniera prescelta.

Prova orale di orientamento

Colloquio al fine di accertare sia il livello linguistico che motivazionale.

Indirizzo : Interpreti e traduttori

Indirizzo: Turistico / Aziendale per Management e lo Sviluppo del Territorio

Il corso di laurea ha un’impostazione che favorisce il naturale sbocco nelle professioni affini. Gli sbocchi occupazionali per il  laureato in Mediazione linguistica  hanno dimensione prevalentemente internazionale,  commerciale e gestionale; più in generale, in tutte quelle funzioni che richiedano di saper interpretare e gestire in termini innovativi e propositivi le diverse situazioni legate al fenomeno turistico,sociale, interculturale  di integrazione e agli scambi internazionali. Le lingue rappresentano pertanto il bagaglio fondamentale che verrà messo a disposizione per tali attività.

Il laureato in Mediazione Linguistica  (Classe 12), oltre a capacità di tipo gestionale delle attività turistiche culturali e, più in generale, imprenditoriali, possiede le competenze di tipo linguistico,umanistico, geografico, economico e informatico attualmente richieste dall’Industria del Turismo.

Il Corso di laurea aprirà un tavolo permanente con le principali Istituzioni pubbliche e Imprese private e associazioni del settore turistico, al fine di adeguare gli obiettivi formativi specifici del corso di studio alle competenze richieste dal contesto produttivo locale e nazionale.

Tra le attività didattiche sono previste attività tecnico-pratiche, sperimentali, di laboratorio, interventi formativi relativi alla cultura d’impresa , ad esperienze di mediazione sociale ed integrazione nel territorio presso enti locali e ONG  e il tirocinio  presso enti pubblici e privati.

Sbocchi professionali

Esempi sono:
– Interprete free lance; traduttore free-lance, traduttore editoriale, localizzatore, consulente linguistico per le CCIA, consulente linguistico per le forze dell’ordine.

– Responsabile relazioni esterne di aziende o uffici pubblici, responsabile della comunicazione aziendale per multinazionali o aziende import-export, portavoce addetto stampa, consulente tecnico di agenzie giornalistiche.

– Operatore di pace, cooperante nelle organizzazioni umanitarie, impiegato in ambasciate o uffici consolari.

– Tour escort per compagnie di crociera, manager per compagnie aeree e tour operator, per agenzie di spedizioni e di trasporti internazionali, per la marina mercantile, armatori e compagnie navali.

– Addetto ai servizi congressuali, servizi di catering, servizi alberghieri, responsabile relazioni esterne musei e imprese private turistiche.

-Mediatore linguistico  forense presso i tribunali,Interprete e traduttore Forense , Esperto/mediatore linguistico o tecnico del linguaggio forense.

Primo Anno

 

Insegnamenti Moduli SSD CFU
Lingua Italiana  e linguistica

Lingua Italianae glottodidattica   (2cfu)Glottologia, Dizione, Public speaking (2cfu)Itinerari Culturali, Conservazione e Promozione dei beni storico artistici ed ambientali,Parchi Letterari e Museologia,Made in Italy (2cfu)

L-LIN/01 6

Lingua A

Lingua e traduzione INGLESE

mediazione scritta ed orale:Interpretariato    I-E   /E-I (8cfu)Traduzione         I-E   /E-I (8cfu)

L-LIN/12 16
Lingua B

Lingua e traduzione francese,tedesco,spagnolo ,cinese, portoghese e brasiliano, russo,rumeno arabo

Lingua , mediazione scritta ed orale:

Lingua  (4 cfu)
Interpretazione    I-LB   /LB-I ( 6 cfu)
Traduzione          I-LB   /LB-I (6 cfu)
L-LIN/04, L-LIN/07L-LIN/14 16
Lingua C

cinese,portoghese brasiliano, russo,arabo,rumeno

Lingua e civiltà L-LIN/09, L-OR/21,L-OR/14,L-LIN/21 6
Lingua e civiltà Inglese

Lingua per la traduzione:fonologia e morfologia (2cfu)Sintassi contrastiva 2(cfu)

Letteratura ,Lingua, cultura e traduzione:l’individuo e la società 2(Cfu)
L-LIN/10 6
Informatica applicata

Sistemi informativi e comunicativi computerizzati, applicazioni: hardware e software

  INF/01 4
Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’Impresa

Valorizzazione del Territorio, Cultura e marketing dell’enogastronomia e dell’ospitalità, Made in Italy;Welness management e medicine ;Counseling and Couching;organizzazioni internazionali

SPS/08 6
TOT. 60

Secondo Anno

 

Insegnamenti Moduli SSD CFU
Lingua Italiana  e linguistica (II)

Lingua  italiana e glottodidattica(2cfu)

Glottologia, Dizione, Public speaking (2cfu)
Itinerari Culturali ,Conservazione e Promozione dei beni storico artistici ed ambientali,Parchi Letterari e Museologia,Made in Italy  2(cfu)
L-LIN/01 6
Lingua e civiltà Inglese (II)

Lingua per la traduzione: analisi contrastiva avazata

L-LIN/10 6
Lingua A

Lingua e traduzione INGLESE (II)

Mediazione scritta ed orale:

Interpretariato    I-E   /E-I (8cfu)
Traduzione         I-E   /E-I (8cfu)
L-LIN/12 16
Lingua B

Lingua e traduzione (II) francese,tedesco,spagnolo ,cinese, portoghese e brasiliano, russo,rumeno arabo
Lingua , mediazione scritta ed orale:

Lingua e civiltà  (4 cfu)
Interpretazione    I-LB   /LB-I ( 6 cfu)
Traduzione          I-LB   /LB-I (6 cfu)
L-LIN/04, L-LIN/07L-LIN/14 16
Lingua C

cinese,portoghese ebrasiliano, russo,arabo,rumeno

Lingua e civiltà L-LIN/09, L-OR/21,L-OR/14,L-LIN/21 6
Informatica applicata Informatica applicata e Web Marketing, Costruzione ed implementazione di siti, sistemi per la comunicaz. in rete e-ecommerce,blogger

INFO/01 4
Gestione e Marketing delle Imprese Gestione e Marketing delle Imprese Turistiche,dello Spettacolo, Gestione e marketing del Made in Italy e delle aziende Alberghiere e commerciali, Gestione e Marketing  dei Servizi Turistici. Welness management e medicine integrate IUS/13 6
TOT. 60

Terzo anno

 

Insegnamenti Moduli SSD CFU
Lingua e letterarura, adattamento audiovisivi 

 Lingua  e letteratura, Lingua e civiltà inglese, adattamento e cinema con riferimento alla promozione del territorio, Linguaggi settoriali

L-LIN/10

L-LIN/01
10
Lingua A 

Lingua e traduzione INGLESE (III)

 Mediazione scritta ed orale:

Interpretariato    I-E   /E-I (5cfu)
Traduzione         I-E   /E-I (5cfu)
L-LIN/12 10
Lingua B 

Lingua e traduzione (II) francese,tedesco,spagnolo ,cinese, portoghese e brasiliano, russo,rumeno arabo
Lingua , mediazione scritta ed orale:

Lingua e civiltà  (2 cfu)
Interpretazione    I-LB   /LB-I ( 4cfu)
Traduzione          I-LB   /LB-I (4cfu)
L-LIN/04,L-LIN/05, L-LIN/07L-LIN/14 10
Lingua C 

cinese,portoghese e brasiliano, russo,arabo.

Lingua , mediazione scritta ed orale:

Lingua e civiltà  (2 cfu)
Interpretazione    I-LB   /LB-I ( 2cfu)
Traduzione          I-LB   /LB-I (2cfu)
L-LIN/09, L-OR/21,L-OR/14,L-LIN/21 6
Informatica applicata

Informatica applicata e WebMarketing,Professione blogger ,Social media, Information Technology Service Management

INF/01 2
Tirocinio Crediti da tirocinio
o da attività sportiva agonistica
4
Scelta dello studente Scelta dello studente

9
Prova finale Prova finale 9
TOT. 60
Crediti totali 180
  • Interpretariato di conferenza LI
  • Interpretariato di conferenza LII
  • Mediazione Forense e criminologia investigativa
  • Mediazione Forenze e Analisi linguaggio Forense
  • Sviluppo e pianificazione del territorio
  • Comunicazione e mediazione interculturale in ambito turistico, giuridico, sanitario (counceling)
  • Information technology per il turismo e il Made in Italy
  • Legislazione per il turismo e Diritto internazionale
  • Turismo e ambiente
  • Information technology per il turismo II
  • Benessere, alimentazione e medicina termale
  • Welness e SPA  management
  • Marketing turistico e del made in Italy
  • M.I.C.E (Meeting Incentive Congress & Events)
  • Promozione e marketing dei beni culturali e del patrimonio artistico culturale e dello spettacolo
  • Traduzione ed Adattamento per i servizi cinetelevisivi e degli Audiovisivi
  • Economia e Diritto Aziendale per lo sviluppo del territorio e del made in Italy
  • Storia , Arte, Patrimonio  Artistico –Culturale Nazionale, Piani di sviluppo del settore del turismo culturale, merchandising museale e ambientale
  • Glottologia, linguistica generale , dizione qualità della voce e public speaking
  • Relazioni Pubbliche
  • Studi Internazionali
  • Organizzazioni Internazionali
  • Psicologia dello sport

 

Ogni anno il CTS attiverà gli insegnamenti a scelta dello studente tra i settori disciplinari  di maggiore interesse per il Management e Sviluppo del Territorio.

DIPLOMA DI MEDIATORE LINGUISTICO MANAGEMENT E SVILUPPO DEL TERRITORIO
equipollente al
DIPLOMA DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA classe L-12

Lo scopo principale  della SSML San Domenico è creare professionisti  nel Management e Sviluppo del Territorio nella mediazione Linguistica in almeno due lingue straniere in grado di affrontare le sfide del lavoro e dell’imprenditoria  cogliendo le opportunità che emergono dagli scenari e dai mercati internazionali, attraverso una preparazione fondata sull’approfondita conoscenza delle lingue straniere, in ambiti di maggior sviluppo economico ambientale , sociale ed internazionale.

1)  INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA DIPLOMAZIE E RELAZIONI INTERNAZIONALI

L’indirizzo nasce dall’esigenza di formare esperti linguistici da inserire nelle più importanti  organizzazioni Internazionali e Diplomatiche. Le abilità linguistiche, condotte ai massimi livelli, si coniugano con una competenza trasversale a livello giuridico, sociologico e internazionale. In questo senso, per svolgere al meglio l’attività di mediazione linguistica, si deve completare il percorso di formazione professionale in ambiti che consentano di: conoscere il mondo delle organizzazioni internazionali, le strategie politiche mondiali, di acquisire un’ampia conoscenza del diritto internazionale, dei meccanismi che governano la cooperazione internazionale, lo sviluppo economico, sociale e culturale.  Il Mediatore linguistico, in questo caso, si pone come figura specializzata nell‘interpretazione e  traduzione di importanti contesti internazionali e nella traduzione di documenti di interesse  nei processi di pacificazione mondiale.

 internationalt studies università mediazione linguistica

2) INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA MANAGEMENT PER LO SVILUPPO ECONOMICO E I MERCATI INTERNAZIONALI

L’indirizzo forma mediatori linguistici con competenze multidisciplinari in ambito economico, giuridico ed organizzativo. Professionisti  in grado di analizzare in profondità le criticità che aziende pubbliche e private ed organismi internazionali affrontano in contesti sempre più globalizzati e complessi.

Il percorso formativo è articolato in modo da:

·         fornire gli strumenti analitici e concettuali per l’interpretazione e la soluzione di problemi economici e gestionali;

·         consentire l’acquisizione delle conoscenze fondamentali nelle aree economico-aziendale, quantitativa, giuridica e politico-internazionale;

·         facilitare l’apprendimento delle tecniche di gestione nelle principali aree aziendali;

·         agevolare la conoscenza delle dinamiche operative degli organismi internazionali;

·         favorire lo sviluppo di competenze relazionali e manageriali.

Oltre alle tradizionali lezioni frontali, il processo di apprendimento si sviluppa attraverso sperimentate esercitazioni, che docenti e tutor esperti hanno programmato al fine di applicare le nozioni teoriche e dimostrare che la teoria deve essere intesa come razionalizzazione e comprensione dell’attività pratica.
L’indirizzo mira a sviluppare i seguenti profili professionali: 1) Mediatore linguistico ed esperto  di gestione delle imprese: marketing,  vendite, organizzazione, ecc.; 2) mediatore linguistico ed esperto dei processi di internazionalizzazione delle imprese.

3) INDIRIZZO  MEDIAZIONE LINGUISTICA CRIMINOLOGIA E LINGUISTICA FORENSE

L’ indirizzo  mediazione Linguistica Criminologia e linguistica Forense offre opportunità d’inserimento professionale nei tribunali e nelle indagini forensi. Il Mediatore linguistico forense, oltre ai tradizionali sbocchi linguistici previsti di traduttore e interprete, può consentire di orientarsi verso particolari attività afferenti al mondo investigativo, scientifico e forense. L’indirizzo prepara alla traduzione ed all’analisi linguistica dei fenomeni criminosi rendendo possibile l’inserimento nei contesti  internazionali mediante un approccio sistemico, globale e culturale.  Lo studio accurato delle lingue lo pone come specialista indiscusso nei processi di analisi, comprensione, identificazione di traduzione di testi e contesti di delicatissima importanza sociale.

 

 

4) INDIRIZZO MEDIAZIONE  LINGUISTICA PER IL MANAGEMENT  E COMUNICAZIONE INTERCULTURALE: COUNCELING E COACHING PER L’ INTEGRAZIONE E LA FORMAZIONE AZIENDALE  

L’indirizzo  del counceling transculturale  intende  preparare mediatori linguistici, esperti nella formazione aziendale, nella didattica delle lingue, nella mediazione sociale e culturale. E’ un indirizzo di sicuro interesse vista la sempre maggiore richiesta, in presenza di continui flussi migratori transculturali, di esperti sia linguisticamente che culturalmente preparati. Accanto quindi ai consueti sbocchi professionali propri del corso triennale,  lo studente che intende specializzarsi in questo indirizzo saprà inserirsi in contesti di mediatore culturale propri dell’ambiente manageriale aziendale, scolastico, dei centri di accoglienza, assessorati alla cultura,  nei progetti di integrazione e nei centri preposti all’inserimento e supporto di soggetti.

Obiettivi e finalità:

Seguendo il modello sistemico pluralista il percorso formativo intende favorire la riflessione su temi quali:

comunicazione interculturale; promozione dei dialoghi e delle conversazioni; aspetti psicologici dei processi migratori e differenze di gender; risoluzione non violenta dei conflitti; valorizzazione delle differenze; coppie miste e famiglie migranti; modelli di integrazione in società multietniche.

In particolare  intende: favorire la conoscenza di modelli e tecniche di lavoro nel counseling e nella mediazione familiare in ambito interculturale; favorire l’apprendimento e l’analisi del modello sistemico pluralista in ambito interculturale; rendere i laureati capaci di svolgere percorsi di counseling o mediazione con singoli migranti, con coppie e famiglie migranti,con coppie miste, in ambito sociale internazionale,in ambito aziendale.

 coaching-vs-counseling università mediazione linguistica

Intende inoltre:

·         Facilitare i percorsi di accoglienza ed inserimento degli alunni stranieri;

·         Promuovere integrazione sociale e culturale;

·         Creare occasioni di aggregazione e socializzazione ;

·         Agevolare il rapporto interpersonale e la comunicazione .

 

5) INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA IN INTERPRETARIATO DI CONFERENZA PARLAMENTARE E CONGRESSUALE

Il corso triennale in Scienze della Mediazione Linguistica con indirizzo in interpretariato di conferenza  parlamentare e congressuale prepara esperti mediatori linguistici da inserire nell’ambito dello svolgimento di congressi, tavole rotonde e convegni. La solida preparazione  linguistica di almeno tre lingue straniere pone come obiettivo un’ alta competenza professionale del traduttore e degli interpreti e le numerose esercitazioni settimanali nell’ambito delle tecniche dell’interpretazione quali la trattativa, la consecutiva e la simultanea garantiscono un livello preparatorio linguistico di assoluta eccellenza.

 

6) INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA MANAGEMENT E MARKETING DEL MADE IN ITALY

L’obiettivo principale è  quello di formare dei professionisti con profilo e competenze linguistiche elevate per competere a livello internazionale. Possibili manager  delle aziende del settore lusso  in grado di coniugare creatività e capacità di innovare con l’abilità di leggere, interpretare ed anticipare il business attraverso la conoscenza e la gestione di strumenti specifici.Tali professionisti devono essere in grado  di comprendere l’interazione  di concetti di “origine” e di “brand” nelle preferenze dei consumatori e, le diverse strategie che le imprese italiane presenti sui mercati internazionali adottano per valorizzare i propri prodotti.  Saper comprendere come il Made in Italy rappresenti ancora un fattore discriminante nel comportamento di acquisto dei consumatori e quindi una leva strategica determinante per le imprese nazionali orientate all’internazionalizzazione.

madeinitaly1-620x350

Saranno analizzati diversi settori tipici del Made in Italy tra i quali quello vinicolo per il quale l’associazione della denominazione di origine (terroir) è uno dei fattori determinanti nel processo di acquisto del consumatore , quello della moda in cui il design italiano è riconosciuto a livello internazionale. Al termine del percorso formativo d’aula e di laboratori, le aree prevalenti di inserimento e gli sbocchi professionali saranno in particolare in aziende, società di consulenza,  istituzioni del settore Moda, Lusso e Lifestyle, Turismo enogastronomico , Commercio e Made in Italy.

7) INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA IN MANAGEMENT, MARKETING & COMMUNICATION PER LO SVILUPPO E GESTIONE SOSTENIBILE DEL TERRITORIO

Il corso di laurea con indirizzo in “Sviluppo e gestione sostenibile del territorio” riconosce il territorio come lo snodo cruciale in cui trova compimento il principio di integrazione. E’ sul territorio, infatti, che si svolgono i processi economici, ed è su di esso che si scaricano le pressioni ambientali; è il territorio il destinatario finale di tutte le politiche pubbliche, che devono essere orientate alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale che in esso risiede.

Il corso si prefigge  di fornire agli studenti una conoscenza approfondita di alcune delle più recenti tecniche di comunicazione, vendita e promozione mediata dal computer  Web 2.0(web marketing, commercio elettronico, booking telematico) finalizzandone lo studio all’applicazione nel settore turistico in generale ed a quello culturale-ambientale in particolare.

Grazie alle conoscenze   della mediazione linguistica e in campo economico, aziendale e giuridico, sarà formata una figura professionale polivalente in grado di creare relazioni profittevoli tra aziende private e tra queste ed il settore pubblico e di accedere con facilità alle varie fonti normative per l’acquisizione di fondi regionali, nazionali e comunitari.

Il corso inoltre mira a specializzare il Management ,il Marketing e la Comunicazione in ambito ambientale,  con alta competenza linguistica. Una figura capace di coordinare programmare e promuovere su scala internazionale, ogni aspetto del settore della green economy a beneficio dell’azienda o dell’ente cliente.

Questa figura professionale sarà in grado, padroneggiando due e più lingue straniere oltre all’inglese, di agevolare il consumo consapevole attraverso un piano marketing in grado di consolidare la comunicazione di un prodotto nell’ottica dello sviluppo sostenibile e del risparmio in termini di risorse, utilizzando campagne informative rivolte ai consumatori, a linee telefoniche dedicate, a siti Internet, promozioni speciali, campagne pubblicitarie e la partecipazione a iniziative internazionali. Padroneggerà i principali strumenti/contesti a cui più frequentemente si applica l’etichetta “Web 2.0” una nuova concezione tecnologica e filosofica che segna l’evoluzione del www (World Wide Web) .

La formazione teorico-pratica fornisce specifiche conoscenze di natura ambientale sostenibile, economica, geografica e sociologica, utili nell’analisi di fenomeni sociali e territoriali relativi all’informazione e alla comunicazione della gestione dell’ambiente e del turismo ecosostenibile. Gli studenti possono inoltre acquisire una solida preparazione informatica grazie alla quale saranno in grado di gestire efficacemente la comunicazione on-line tra le organizzazioni  ambientali e del turismo territoriali e il mercato della sostenibilità del turistico internazionale. La formazione impartita permette di operare nel settore  della sostenibilità ambientale e del turismo svolgendo attività volte a valorizzare le risorse culturali, naturalistiche e storico-museali e a promuovere uno sviluppo turistico sostenibile e integrato a livello di cooperazione internazionale.

Un elemento importante della sostenibilità dello sviluppo, e delle relative politiche locali, nazionali e comunitarie, è  costituito dalla valorizzazione delle risorse del territorio. Al fine di essere in grado di valutare e individuare iniziative innovative, capaci di rappresentare tanto una valorizzazione delle risorse locali, nazionali, internazionali, quanto esempi di sviluppo sostenibile, l’operatore nel settore del turismo deve conoscere il patrimonio culturale, storico e naturale del territorio, e saperlo proporre in almeno due lingue dell’Unione Europea ed una terza di area orientale.

8) INDIRIZZO MEDIAZIONE LINGUISTICA PER IL MANAGEMENT DELLE ARTI,DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO

Caratteristiche e finalità

L’indirizzo Mediatore linguistico per il Management  delle arti,della cultura e dello spettacolo, forma una figura con buone competenze informatiche e tecnologiche, dotata di strumenti di analisi e critica e di competenze teorico-pratiche articolate, in grado di confrontare in modo produttivo le aree delle arti, della musica, del teatro e del cinema. Lo studente impara ad analizzare e progettare eventi culturali, a curare la realizzazione di programmi nel settore audiovisivo e la produzione di testi, ad organizzare e seguire la realizzazione di programmi espositivi o concertistici, a conoscere i sistemi di archiviazione e recupero dei dati relativi agli specifici ambiti di attività.

L’indirizzo si articola in tre aree tematiche principali:

1) culturale, perché fondamentale è la conoscenza analitica delle risorse di un territorio;

2) economico-giuridica per quanto riguarda la gestione e la tutela del territorio e dei beni culturali;

3) aziendale con analisi di marketing, psicologia turistica e ambientale, progettazione, comunicazione e gestione di progetti finalizzati alla promozione del territorio.

Alle lezioni d’area linguistica settoriale si affiancano laboratori, in particolare di web marketing, progettazione di itinerari tematici con uscite e viaggi di studio, intesi anche come esperienze di “working group”. Parteciperanno importanti esponenti del mondo del lavoro, per offrire testimonianza diretta del ruolo del turismo nello sviluppo economico del Paese.

Il mediatore linguistico  in questo indirizzo è un professionista che oltre ad offrire la propria opera di traduzione nell’assistenza ai turisti stranieri, si dimostra profondo conoscitore della storia dell’arte, degli eventi, del folklore, delle tradizioni, degli spazi artistici della città di Roma e del territorio.
Conosce in modo eccellente almeno due lingue straniere (inglese obbligatorio, a scelta una seconda lingua: tedesco, spagnolo, francese, cinese, russo, arabo, portoghese, giapponese), la storia dell’arte della città di Roma in particolare e dei luoghi di maggiore importanza d’Italia,  la psicologia dei gruppi e la terminologia settoriale tecnico – artistica.
Questo indirizzo vuole essere  un vero e proprio laboratorio di studio durante il quale si affrontano materie fondamentali, dalle tecniche di mediazione linguistica e culturale, alla conoscenza diretta dei luoghi d’arte della città capitolina e del Lazio ma anche dell’ Italia. Verrà altresì approfondita e studiata la programmazione dei grandi eventi mass mediatici, dell’arte e dello spettacolo, promossi annualmente dal Comune di Roma, dalla Regione Lazio e dalle Regioni del centro Italia.
Questo indirizzo  contribuirà alla formazione di quelle indispensabili figure professionali che operano nel settore della promozione turistica, artistica e culturale con lo scopo finale di coniugare i principali sbocchi professionali:funzioni di elevata responsabilità e consulenza nei settori dell’editoria e della comunicazione, delle relazioni pubbliche e di impresa, e nella promozione culturale, con particolare riferimento a istituzioni teatrali e musicali.

 

Il laureato  potrà trovare impiego in diversi ambiti e organismi dell’industria culturale: nelle emittenti radiofoniche e televisive in attività di produzione e programmazione; nelle istituzioni pubbliche come assessorati alla cultura e allo spettacolo; negli uffici di relazione col pubblico; negli enti di promozione culturale; nell’editoria tradizionale ed elettronica; nelle aziende discografiche; negli enti lirici, nei teatri stabili o presso compagnie teatrali, nelle società di concerti e nelle fondazioni, con funzioni organizzative.

MODULI FORMATIVI ( alcuni esempi) da inserire nei vari SSD

Ideazione di un evento culturale, artistico e televisivo

Come ideare un evento. Capire le necessità del territorio e dei fruitori. Il contatto con le Istituzioni.

Le tecnologie per la valorizzazione e promozione di un evento

Come utilizzare Internet come strumento di valorizzazione e promozione. Come creare un sito web.

Ideare, progettare e realizzare un evento televisivo

Come si realizza una coreografia per un evento televisivo. Ideare, produrre e realizzare programmi televisivi

Come si organizza un festival cinematografico. La direzione di produzione

Come ideare e realizzare un festival del cortometraggio. I compiti del direttore di produzione di un evento televisivo

Fondamenti di Marketing e strategie nella comunicazione di un evento televisivo

Come acquisire le nozioni di marketing specifiche per un evento televisivo di raccolta fondi a scopo benefico

La Comunicazione strategica e gli strumenti per gestire la Comunicazione istituzionale dell’ azienda

Come gestire le attività di comunicazione, promozione e campagne pubblicitarie. Le attività di un ufficio stampa a livello istituzionale.

La Progettazione e le realizzazione di un evento. Il Budget di un evento

Come utilizzare le tecniche di pianificazione, organizzazione, gestione e controllo dell’evento.

Come progettare e realizzare una mostra d’arte o una sfilata di moda

Capire quali sono le attività necessarie alla progettazione e realizzazione di una mostra o di una sfilata di moda. Il ruolo e i compiti di un curatore

Fondamenti di Project management. Contrattualistica, diritti d’autore e recupero crediti

Come gestire e controllare la realizzazione dei progetti e delle attività in team.

Come progettare e realizzare un Evento Corporate (Questo modulo è presente in altri indirizzi)

Come ideare, progettare e realizzare un evento corporate concernente il lancio di un nuovo prodotto

 

L’industria produttiva può ideare e sviluppare eventi di tutte le dimensioni, dall’organizzazione di una Cerimonia Olimpica sino alla colazione di lavoro per poche e selezionate persone. Da un evento PR sino a un grande lancio di prodotto con migliaia di partecipanti. Ogni brand, azienda, istituzione, località, associazione no-profit, Comitato Organizzatore, comunità, organizza infatti eventi al fine di creare visibilità o consapevolezza, generare profitti, celebrare un avvenimento, raccogliere fondi, dare volume a un’emozione.