Modulo 3: Traduzione medica

‘Il lavoro del traduttore è quello del chirurgo che opera indossando guanti da giardinaggio, ma è errore più grande sfilarsi quei guanti credendo di essere diventati chirurghi’. (S.Basso)
L’inglese è diventato la koinè della comunicazione scientifica, il suo veicolo obbligato: un’importanza che può essere calcolata grossolanamente anche solo guardando alla mole dei lemmi medici ospitati in un vocabolario dell’uso.
Una lingua speciale dalle innumerevoli ricadute sull’orizzonte linguistico dei comuni parlanti.
Comunicazione medico-paziente, divulgazione sanitaria, manualistica universitaria, documentazione ospedaliera, un linguaggio che rischia di essere criptico anche per medici di altra specializzazione, sempre sospeso tra comunicazione verbale e scrittura: analitico e rigoroso non autorizza nessun gioco di parole di stampo letterario anche se si deve avere la capacità di redigere un testo medico rispettando lo stile richiesto, quasi sempre impersonale e conciso. Allo stesso tempo un buon traduttore dovrà essere in grado di utilizzare le fonti in maniera corretta e adattare la traduzione non solo alla lingua obiettivo, ma anche al target a cui si rivolge - nel mondo immateriale della comunicazione scientifica il traduttore è iperlettore, interprete di testi di cui deve sapere e immaginare la possibile destinazione e fruizione.

Obiettivi

Il Master fornisce un’ampia rassegna dei vari campi di applicazione del lavoro del traduttore in campo biomedico, analizzando inoltre gli aspetti contenutistici di questo tipo di comunicazione, le principali tipologie di testo e il linguaggio adottato. Questo implica una buona propensione verso la ricerca per attingere a fonti che aiutano a verificare chiarezza, precisione e accuratezza tecnica. Il Master fornisce gli strumenti indispensabili anche a questo tipo di approfondimento.

Metodo didattico

Il corso prevede lezioni in presenza ed esercitazioni che consistono in prove pratiche che permettono allo studente di acquisire e consolidare la terminologia e le tecniche traduttive. I testi per le prove pratiche di traduzione sono estrapolati dalla letteratura scientifica -documenti di natura divulgativa e documenti con alto grado di tecnicità destinati alla ricerca.

 

Destinatari

È rivolto a laureati in mediazione linguistica o in lingue che intendano specializzarsi nel settore medico, a traduttori e interpreti che non hanno ancora maturato un’esperienza specifica e desiderino perfezionare le proprie conoscenze in quest’ambito, nonché a professionisti più esperti che intendano formalizzare le proprie competenze nel settore della traduzione medica o aggiungere una specializzazione ai propri ambiti operativi.

Durata

Il monte ore di questo modulo sulla traduzione medica è di 45 ore. Le lezioni si svolgeranno dalle ore 14,00 alle 18,00 (5 ore accademiche).

Dove siamo - La SSML San Domenico si trova a Roma in via Casilina 233

    Vuoi avere maggiori informazioni?
    Mettiti in contatto con noi

    Nome*

    Cognome*

    E-mail*

    Telefono*

    Come ho conosciuto la SSML San Domenico:*

    Il tuo messaggio

    Tutti i campi contrassegnati con * sono obbligatori

    Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy