Mediazione linguistica: cosa si studia?

Postato da : redazionessml

La figura del Mediatore Linguistico, sempre più richiesta  nel mondo del lavoro, è una figura professionale che svolge  diverse funzioni  e la sua occupabilità è molto alta in diversi settori.

Il Corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica, Interpretariato e Traduzione si caratterizza per il percorso formativo  fortemente centrato sull’apprendimento delle lingue straniere in una prospettiva professionalizzante per il Management e Sviluppo del Territorio.

Obiettivo del Corso in Mediazione Linguistica  è la formazione e l’avviamento dei giovani alla professione del mediatore linguistico, dell’interprete e del traduttore, del Manager capace di gestire il territorio attraverso l’acquisizione di competenze di base oggi fondamentali per l’inserimento nel mondo del lavoro in un contesto globalizzato e integrato.

Il Corso di Laurea in Mediazione Linguistica offre una conoscenza  in almeno due lingue straniere (inglese obbligatorio per tutti, seconda lingua a scelta fra francese, tedesco, spagnolo, giapponese e russo), una forte preparazione nella comunicazione d’ impresa,  nell’informatica applicata, nella mediazione linguistica oltre ad una valida cultura di base e alla possibilità di studiare una terza lingua straniera o addirittura una quarta.

I curricula di studio prevedono attività linguistico-formative finalizzate al consolidamento della competenza scritta e orale dell’italiano e delle altre lingue di studio e all’acquisizione delle conoscenze fondamentali necessarie alla mediazione interlinguistica e interculturale, nonché l’introduzione alla traduzione  ai fini della mediazione linguistica di testi scritti e multimediali, di testi inerenti alle attività dell’impresa o degli enti e delle istituzioni rilevanti. Possono anche prevedere un addestramento di base per lo sviluppo delle competenze necessarie all’interpretazione di trattativa.

I curricula di studio comprendono anche insegnamenti economici e/o giuridici funzionali all’ambito di attività previste, ovvero altri insegnamenti come  le Nuove Tecnologie, Informatica Applicata e i Social Media maggiormente collegati alla vocazione del territorio e alle finalità del corso.

Sono inoltre previsti o possibili tirocini formativi o corsi presso aziende, istituzioni e università, italiane o estere, ovvero corsi e altre  esperienze formative e culturali atte a favorire l’inserimento del laureato nel mondo del lavoro.

 Per saperne di più

Contattaci subito

Lascia un commento