Perchè studiare la lingua tedesca?

Posted By : Redazione San Domenico

Perchè studiare la lingua tedesca? L’indiscusso primato politico ed economico acquisito dalla Germania nell’ultimo decennio, ha reso la conoscenza della lingua tedesca un requisito indispensabile per chi voglia entrare facilmente nel mondo del lavoro.

A rendere lo studio di questa lingua così importante, vanno ad aggiungersi ulteriori fattori:

La presenza di numerose aziende tedesche nel territorio italiano
La gran parte dei turisti che visitano il nostro Paese sono tedeschi
Il tedesco è una delle lingue più parlate in Europa
L’importanza dei rapporti import-export tra Italia e Germania

Non c’è da stupirsi, quindi, che le richieste del mercato puntino tutte in direzione di figure professionali che
conoscano il tedesco, e che gli studenti siano sempre più propensi ad inserire lo studio di questa lingua nel
proprio piano di studi.

Ma quali sono le caratteristiche della lingua tedesca? È davvero così difficile come molti pensano?

Le caratteristiche della lingua tedesca

Il tedesco è una lingua indoeuropea, che fa parte del ceppo delle lingue germaniche, così come l’inglese,
l’olandese e le lingue scandinave.
Tra le sue peculiarità troviamo l’utilizzo dei casi: nominativo, accusativo, dativo e genitivo. Una
caratteristica che può rappresentare una difficoltà per alcuni, ma un vantaggio per chi ha familiarità con il
latino e il greco.
Inoltre, così come accade per l’inglese, anche la lingua tedesca presenta numerosi falsi amici. Il termine
latte, ad esempio, vuol dire “asticella”, mentre la parola firma non è utilizzata per indicare il proprio
nome e cognome, bensì una “azienda”.
La lingua tedesca, tuttavia, non è così ostica come potrebbe sembrare, presentando alcune caratteristiche
che la rendono persino più semplice e intuitiva delle lingue romanze. Una di queste riguarda l’uso dei tempi
verbali; nella lingua tedesca, infatti, vengono utilizzati solamente il presente (anche per indicare azioni
future) e il passato prossimo.

Lingua tedesca: gli sbocchi professionali

Perchè studiare la lingua tedesca? Quali sono gli sbocchi professionali? Dal turismo alla traduzione,
dall’interpretariato al mondo aziendale, sono molteplici le opportunità lavorative per chi ha studiato questa
lingua.
Ecco i principali ambiti nei quali è richiesta la conoscenza del tedesco:

Interpretariato/traduzione: uno degli sbocchi professionali più naturali per chi conosce le lingue è quello di
avviare una carriera nel campo della traduzione e dell’interpretariato. Per svolgere questo tipo di
professioni, è necessario avere una preparazione tecnica e pratica come quella offerta dalle Scuole Superiori per Mediatori Linguistici.

Aziende: le moltissime aziende tedesche presenti in Italia, in particolare per quanto riguarda il
settore automobilistico e farmaceutico, sono sempre alla ricerca di figure in grado di comunicare
agevolmente con la Casa Madre.

Turismo: come già accennato in precedenza, un’altissima percentuali di turisti stranieri in Italia è
costituita da tedeschi. Per chi voglia lavorare in questo ambito, dalle guide turistiche al settore
alberghiero, è indispensabile avere un’approfondita conoscenza della lingua tedesca.

La cultura tedesca

Il dominio nazista, la divisione tra est e ovest e la successiva caduta del muro di Berlino sono avvenimenti
che hanno segnato profondamente non solo la storia del popolo tedesco, ma anche la sua cultura. Una
cultura che ha inevitabilmente subito le influenze russe e americane, ma che si caratterizza anche per usi,
costumi e tradizioni fortemente radicate nei secoli.
La Germania, infatti, è famosa sia per alcuni eventi folcloristici e tradizionali, come l’Oktoberfest di Monaco
di Baviera, sia per essere patria di avanguardie artistiche e musicali. Protagonista indiscussa del fermento
culturale tedesco è la Capitale, Berlino, che viene definita per questo immer in Werden, una città sempre in
divenire.
Infine, non possiamo non sottolineare come la Germania sia stata la patria di illustri personaggi del mondo
della musica classica, della letteratura e della filosofia: da Beethoven a Wagner, da Goethe a Hesse, da
Kant a Nietzsche.

Le curiosità della lingua tedesca

La lingua tedesca è ricca di curiosità, che rendono il suo studio ancora più piacevole e coinvolgente e perchè
no, anche divertente.
La prima particolarità riguarda una vera e propria passione dei tedeschi: le parole composte. Il vocabolario
tedesco, infatti, è ricco di vocaboli composti, alcuni davvero molto lunghi come, ad esempio, il termine
Wahlkampfkostenrückerstattungsgesetz, che indica la legge sul rimborso spese per la campagna elettorale.
Oltre alle parole formate da più vocaboli, la lingua tedesca si caratterizza per la presenza di numerosi
termini simili o addirittura identici a quelli usati nella lingua inglese. Il tedesco e l’inglese, infatti, sono
considerate vere e proprie lingue sorelle, appartenendo entrambe al comune ceppo delle lingue
germaniche occidentali.
Infine, sapevate che il primo libro stampato della storia era in lingua tedesca? Si tratta della Bibbia di
Gutenberg, pubblicata nel 1454.

Vuoi studiare la lingua tedesca? Scopri di più sul nostro Corso in Scienze della Mediazione linguistica.